Denkschriften der kaiser Akademie der Wissenschaften Vol 19-2-0189-0338

179 12 0
  • Loading ...
1/179 trang
Tải xuống

Thông tin tài liệu

Ngày đăng: 04/11/2018, 17:44

ity l ibr a MUS bi od DE ive rs PR ry o rg/ ; ww w bio lo gie ze ntr um at 189 eL ibr a ry htt p:/ /w ww FAUNAE IIELMINTHOLOGICAE VENETAE rsi ty He rita g ADJECTIS DISQÜISITIONIBÜS ANATOMICIS ET CßlTICIS Th eB iod ive AUCTOHE m raphaele molin, ad fro Dke ow CNIVERSITATE PATAVIXA P PROFESSORE olo gy (C am bri dg e, MA ); O rig i na lD R C nlo JADRENSI, HISTORIAE NATIRALIS IN I^a nature est encore bieu plus merveilleiise que toutes les merveilles enfent^es par V Imagination des poetes of Co mp a rat ive Zo INTRODUZIONE Recherrht^s sur /a /muie 7itt07'ah' de Befgique in poche pagine frutto il the espongo del lavoro iiidefesso di quattro anni Quanto merito of J.0 Mu se um V;in ItendPli: ry ibr a Er ns alle dottrine italiane, di quel paese Un ive rsi che m'e patria addottiva rd dalla fiducia dell'AugustoMonarca venni elevato al posto di professore di storia i r Universita di Padova, s' the 1' agitavano dai naturalisti le grandi quistioni by naturale presse Ha rva AUorche avendo studiato una parte della fauna ty, un tenue serviggio fatto progredire la scienza, giu- per ora non voglio ascrivermi altro merito che quello d'aver reso colleglii Io i mie investigazioni abbiano le tM dicheranno quanto di rL debba ascrivermi, ay io itis ed elmintologiche che segnano nella storia della scienza un' era di novello risorgimento Dig quistioni che diedero alla zoologia un irapulso, quäle Allievo d'uno dei piii mie eure, nella speranza di ritrovare i mezzi neccessari per occupare miei studi in quella parte della scienza zoologica che per la seintilla elettrica era divenuta ad un tratto Io studio di moda Io cercava tologista Non di diventar il quelle appena mi trovai alla direzione del museo di Padova, ardore giovanile mi diedi a rovistare le rieche Dies in g il , desiderava dall'epoca di Aristotele celebri fisiologi d' Europa, storia naturale dell' Universitä di collezioni affidate alle si i mezzi desiderio di veder animali di struttura meravigliosa, ma i comunicatale da di diventare elmin- sibbene l'ambizione banditore di qualche nuova metamorfosi degli elminti mi spronö a nuove Dcnkscliril'ten d niathem.-naturw CI XIX Rd Abhandl von Nichtmitylied '• ; Baphael Molin 190 monte Bolca, chiglie, la stupenda raceolta dei pesci pertrificati del predecessori per laseiar loro tempo suffieiente ad intrat- niiei i tenersi esseri tanto schifosi, quali sono epoca di at che meraviglia perciö? incombe l'obbligo quali Catullo che cosa e di di coltivare ze ntr um Renier rami per i lo innanzi negletti era l'emintologia anehe per gli natura- altri ww all' E intestinali suo tema prediletto col quäle immedesima la propria esistenza, e ciö il per fortuna dei suecessori E vermi i gie naturalista rieche collezioni di le w bio lo ecliinodermi e di di con- provincie venete ehe splendono neue sale del museo polipai fossili delle padovano occuparono troppo Ogni La magnifica coUezione presto perö rimasero deluse le mie speranze Ben ricerehe ry o rg/ ; Questi due benemeriti fecero per la cattedra di storia naturale in Padova quanto al tempo far si poteva lo, giovine allievo di una nuova scuola, debbo fare nello stesso senso ive rs ity l loro ibr a listi? puö al giorno d'oggi L'emintologia pure doveva occuparmi di questo .bi od dei zoo- htt p:/ autunno del 1854 cominciai a sezionare quanti animali mi capitavano fra per ritrovare entozoi mi fornissero argomento ad investigazioni embriogeniche La quali eL i le raani ry Neil' tema prediletto il ibr a logi: io e attualmente si /w ww quanto fare He rita g noja delle lunghe ore consumate nell'esaminare ocehio armato di lente ogni cavita, ogni organo dell'animale sezionato, veniva largamente compensata dal iod Th m fro possedere una non comune cellezione di m'avviddi ad un tempo che ad onta dei veri progressi ad ma tratto di fatti dalla dottrina elminto- ow entozoi; Continuando per circa di quegli esseri disprezzati sottoposto al microscopio mie indagini m'avviddi ad un che mi nlo tre anni le eB proeurava uno ive rsi ty diletto scientifico ! La rig i quanti conosciuti imperfettamente nostra fauna tanto ricca di uccelli e di pesci mi forniva am gy una distribuzione scientifiea alla mia dopo d'essermi esercitato nella determinazione de'vermi raceolta intestinali ive Zo intrapresi questo lavoro rat Ed di venir Ordinate: io tentai di dare olo vano bisogno eopia estraordinaria; le atmotazioni anatomiche staccate ave- in (C continuamente nuovi entozoi bri dg e, quanti erroneamente descritti libri sistematici; ); O non erano compresi nei istante che MA ad ogni na lD logica negli ultimi anni essa e ancora una seienza bambina Quanti vermi intestinali nontrovavo primo elmintologo vivente, del celebre Diesing, Co mp a sotto la scorta del Ma quäl i'u la tutta la diligenza e mia sorpresa allorche m'accorsi che um of tutta l'accuratezza j)Ossibile ma the Mu se elmintologica del Veneto e una fauna non solo estraordinariamente ricca, fauna del tutto propria: allorche la fauna ben anco una m'accorsi che le descrizioni date da alcuni elraintologi ry of io od false insufficienti ay rL ibr a per non pochi entozoi e persino per alcuni dei piü communi erano o allorche m'accorsi che piü fortunato d'altri naturalisti, Er ns tM io, ty, rsi rd nome di rva il Neil' oi'dinare perciö la embriogenici inosservati mia collezione non mi bastö questo ovvero di quel verme, non mi bastö descrivere Ha di scoprire lo innanzi fatti di studiare gli Un ive ovvero mal interpretati per avendo occasione non che notare particolaritä anatomiche, elminti vivi potei caratteri dif- non mi bastö corrcggere le inesat- by the ferenziali di quelli che erano per lo innanzi seonoseiuti, i Dig itis ed tezze contenute nei trattati sistematici, non mi bastö teuer nota esatta del sito e dell' epoca nei quali ritrovavo gli entozoi; ma embriogeniche che m' era possibile tenuti nei presente lavoro Non si volli tener conto di tutte le particolaritä anatomiche ed di osservare Ed promettano perö i i risultamenti di questi studi sono con- coUeghi di trovare in queste pagine una esatta descrizione anatomica di tutti gli organi di ciascuna speeie, ovvero una storia embrio- logica detagliata di ogni speeie dal suo primo sviluppo dall' novo fino al suo interimento Avvezzo a descrivere esclusivamente sieno concatenazioni di natura; non ho fatti, avvezzo ciö in che veggo, a non dedurre mai conseguenze che non una parola ad osservare potuto spingere tanto innanzi le descrizioni e non giä a poetizzare del sistema la sanguifero degli Froclromus faunne helminthologicae venetae entozoi qucanto onniveggente Bla iidianl, die sä introdutTc 1' sangiüferi de' distomi farvi penetrare tluido eolorafo il d' un fliiido di 1' io il qualche millimetro, e di Per esaniinare accurataniento rcndeva trasparenti mediante acqiia di lauroeeraso li 1' opportunitä di esaniinare quelli che avendo differente colore tubiilo d' injezione nei vasi dimeusioni le alle ultime diramazioui fiiio r interna anatomia degli elmiiiti ovvero coglieva appcna appena lianiio qiiali i 101 prestavauo perciö meglio cavitä del corpo ripiene le at osservazione microscopica Soltanto pei nematelmi di maggior dimensione adoperai lo scalpello anatomico Ma ad onta di mezzi tanto semplici mi lusingo che le mie osservazioni, quantunque nou tanto avvanzate ntr um all' zootomi, saranno certamente ww quanto quelle degli w bio lo gie ze si piii esatte Io mi lusingo d' aver reso qualche serviggio alla scienza dimostrando nuove forme degli organi genitali dei distomi avendo schiarito 1' anatomia degli organi genitali maschili degli echinorinchi, 1' anatomia dei tricosomi, le metamorfosi di alcune filarie, etc Dair attuale lavoro che fauna elmintologica del Veneto la e rappresentata da htt p:/ risulta /w ww bi od ive rs ity l ibr a ry o rg/ ; altri Le misure sono espresse in decimali dei metro di Parigi rsi ty carattere He rita g eL ibr a ry 163 specie appartenenti a 41 genere differente, raccolte in 84 animali vertebrati Di queste 163 specie 87 sono specie nuove; di 20 ho emendato, di ho riformato e di ho esteso il Ed bri dg e, MA ); O rig i na lD ow nlo ad fro m Th eB iod ive ora nella speranza che le mie fatiehe non abbiano a fruttarmi vergogna le rimetto al giudizio di tutti i eonscienziosi naturalisti MYZELMINTHA TREMATODA mp a rat ive Subordo Zo olo gy (C am Ordo Co AGOTYLEA ry of the Mu se um of Tribus rL ibr a GENUS DIPLOSTOMUM Er ns tM ay I Diplostomum auriflavum Molin Un ive rsi ty, I, flg 1, Ha rva rd Tav , antroisum trilobum, lobo media majori utrinque by the Caput planum, obcordatum magnimi nunc ovale^ Dig itis ed auricuUa flavis semihmaribus, margine basilari inflexo; os variabile^ nunc orbicidare, anticum^ subterminale; aper iura mascula mimda; apertura feminea major, fusiforme^ capiti aequilongum; in papilla, orbicularis , minor liaud pro^ fungiformi breve pedicellata; cor'pus porus excretorius in apice caudali Longit 0,003 Lat cap 0.001 Habitaculum Ardea Nijcticorax: in intestino tenui, Aprili, Patavii (Mol inj Osservazione due rinvenni il Ai26 d'Aprile del 1858 sezionai due Ardeae Nycticoraces In tutte e suddetto verme, e precisamente 15 esemplari in una e nell' altra Baphael Molin 192 Osservazione Uno verme era dei caratteri particolari di questo orecchiette semilunari gialle a destra ed a sinistra della bocca diatamente dietro la bocca, ed avea la forma dopo breve decorso nelF asse della che bulbo muscolare esofageo II ellittica testa Da questo discendeva si il , e trovava immetubo intestinale suddivideva dicotomicamente si L'apertura non era prominente, mentre la femini- ze ntr um genitale mascLile era collocata nel centro della testa e una Uno serie longitudinale forma ww di rg/ ; di quattro o tutt' al piü di cinque, distri- una volta presso di questi uovi vidi Questo in alcuni esemplari, che avevano al foro escretorio corpo contratto, sembrava circondato da un lembo od il bi corpo non che la testa erano attraversati da un sistema di canaletti lacunari il /w ww lobato Tutto numero di colore giallo citrino, in uova molto grandi, le ity l buite in distinguevano si ry o veramente ovale, dei lati ibr a Nel corpo da uno riore della testa w bio lo gie era nel centro d'una grande papilla fungiforme prominente nella regioue del terzo poste- ive rs le presenza di due erano contrattili at contraendosi sembrevano formare due ventose le quali , la di questo sistema lungo ibr a osservavano due canaletti principali eL testa si ry htt p:/ formanti bellissime reticelle, ripiene dibollicine nere (granellini del tuorlo degli autori) Nella rente, si Nel corpo asse longitudinale di tutto , verme i quali non sono che i due eB iod distinguevano due sacchi ampi strozzature irregolari, Fino ad ora non conosceva che un unico Diplostomum rinvenuto si nlo ad Osservazione fro m Th organo digerente intestini ciechi dell' il e sini- rsi ty la faccia dorsale margine destro il che a motivo di queste reticelle nere era poco traspaive lungo He rita g ed un canale maggiore mediano che percorreva stro, 1' ow Die sing lD di dal quäle na e molto affine V auriflavuvi, ma si scoperto nelle Ardee americane, al quäle distingue per la forma della testa non ehe per MA ); O il rig i grande negli uccelli e precisamente Osservazione bri dg e, quella delle aperture genitali un verme tanto interessante ho voluto darne un' ho potuta osservare sotto forte ingrandimento non che una in granTrattandosi d' esatta quäle , gy 1' olo immagine (C am I, fig' Rappresenta un Di-plostomum um Mu se b Corpo A B animale osservato sotto forte ingradimento rL ibr a ry Testa a' tM ay Corpo — Bocca apertura Er ns a lo stesso of Rappresenta the »2 grandezza naturale of a Testa „I, aiiriflavuni in Co Tav mp a rat ive Zo dezza naturale ovale b Orecchiette semilunari di color giallo citrino ive rsi ty, h, Bulbo esofageo rd Un c Ha rva c', c' Dig itis ed by the d, e Due d Due intestini ciechi canaletti lacunari centrali Canale lacunare f,f Due assiale canaletti lacunari lateral! maggiori g Apertura genitale maschile h Papilla fungiforme un' apertura nel centro (forse apertura genitale feminile?) i Lembo ripiegato della testa / Canale lacunare k, k, k, / In tutto per lo il corpo maggiore assiale k Uova Porus excretorius si osservano distintamente le reticelle formate dai canaletti lacunari piü la foi'ma quadrilatera le eui maglie hanno Prodromus faunae hclmhitkologicae 193 venctae GENUS HEMI8T0MUM IL Hemistomum alatum Diesing all' ntr um gie ww vermi Quelli corrispondevano perfettamente rg/ ; Du jardin Hemistomum Spathula Diesing Tav flg 3, 4, ry (Mol in) In Febbrajo del 1857 rinverini nell' He rita g Osservazione eL ibr a Habitaculum Falco Nisus: in intestinis, Februario, Patavii htt p:/ I, /w ww bi od ive rs ity l ibr a ry o di altri Hemistomum alatum v'mimmagine ed alla descrizione stessa volpe oltre molti esemplari di w bio lo venni vari ze Osser vazione Nella at Habitaculum i'anis Vttlpes: in intcstino tenui, Martio, Patavii (Molin) ive In La testa La bocca notare le seguenti particolaritä anatomiche essi potei eB iod Osservazione un falchetto circa rsi ty 10 esemplari di questo verme intestino d' v' era un incisione Da ad nlo testa bulbo esofageo, continuava per breve di tubo semplice, il il quäle poi piccolo si bifor- lo potei seguitarli tanto alla faecia dorsale che alla ven); O rig i distinti MA dove corainciava F incisione AI principio di questa trovavasi la ventosa (apertura bri dg e, trale fin tratto in formato na cava per formare due tubi forma ow apice della all' essa partiva una corta faringe che, lD trovavasi fro m Th era tronca obbliquamente fin verso la metä, e in questo punto canali principali partivano dalla bocca e ive apertura a destra ed a sinistra Tre rat margine dell' altri Questo era eostruito vitelliparo Zo Due segue mp a come come organo olo gy (C nari che dagli elmintologi viene considerato am genitale maschile secondo Diesing) In tutta la testa pereorreva quel sistema di vasi lacu- si dirigevano parallelamente al canali notai dietro la biforcazione um of Co del tubo intestinale, uno dei quali nell' asse del corpo; anzi questo potei seguitare fino alla ventosa I canali fino ad ora descritti trovavansi nella regione dorsale quattro altri canali Mu se I maggiori e due centrali minori, scorgevansi nella regione ventrale Tutti mandavano ramoscelli secondari a corso irregolare e si perdevano nella due the laterali rL ibr a ry of principali, vale a dire si vede- moniliformi in conseguenza di strozzature irregolari, e piü verso laterali uova mandavano rd ellittiche collocate in Ha flessuoso ripieno di Un ive asse due canali lacunari paralleli che rva 1' rsi ty, vano due cavita Er ns tM ay strozzatura che separa la testa dal corpo Nel corpo osservato alla regione ventrale una vasi secondari, o 1' al quäle appariva dietro la corpo ma alla faecia dorsale ovidotto, e le due tasche moniliformi ritengo per certo che sieno due dilaed e fondo il itis Questo tubo serie, un cauale by the strettura e terminava nell' apertura genitale feminile in due e nell' asse Dig tazioni del tubo intestinale biforcuto tei'minate a fondo cieco Osservazione Ho voluto dare un' immagine di questo verme come mi si presentö tanto osservato dalla faecia dorsale che dalla ventrale, tanto sotto forte ingrandimento che in grandezza naturale Tav I, „ I, fig ,- Rappresenta un Hemistomum Spathula in grandezza naturale Lo A B stesso Testa Corpo verme dalla faecia ventrale fortemente ingrandito 194 Raphael Molin - C Strozzatura che separa la testa dal corpo a Bocca b Bulbo esofageo c Biforcazione doli' intestino Apertura genitale niaschile f at Incisione e' (piuttosto ventosaj ntr um — e dell' intestino d Due rami d, g Canali lacunari laterali delia regione dorsale Ä Tre canali lacunari centrali della stessa regione Lo fig gie ww rg/ ; ity l ive rs od bi Ovidotto ripieno di uova Le stesso oggetto dalla faccia dorsale lettere niajuscole lianno lo stesso significato htt p:/ I, eiechi) Canali lacunari l m—m Tav stessa regione „ j) ry o minori » j.J n k, k Tasche moniliformi (intestini /, w bio lo maggiori della regione ventrale canali lacunari ibr a Due i /w ww i, ze g, Biforcazione deir intestino d Due dove potei seguire li iod intestini fin ive c d, He rita g eL ibr a — a Faringe — a" Bulbo esofageo rsi ty a' eB a ry a Bocca nlo ad fro m Th n Apertura genitale feminilc lD ow GENTS HOLOSTOMl M ); O rig i na IIL MA Holostomum variabile Nitzsch Tav I, fig gy (C am bri dg e, — FalcoAlbictlla,hieTne,Pa.ta.vn: in intestinis (Molin) ive Zo olo Habitaculum Stt'x Ofus, Martio(Polonio); 6, una ventiua rat mp a tempo of que.sto lo feei uceidere, e nel Holostovium variabile In Marzo dello stesso anno di Mu circa Dopo Falco Albicilla una gabbia per in um lui 1857 conservai vivo inverno del Neil' se 20 giorni Co Osservazione di una Strix Ottos, alla mucosa suo budello trovai Signor Polonio mi dei quali erano tenacemente due mucchi ibr a suddetti rL una trentina dei vermi lo sottoposi al microscopio gli Holostomum era un momento obbliqua aquila, e vidi che e che la bocca sporgeva dal punto piü rsi ty, della testa dell' ay tM Osservazione r apertura circa Er ns attaccati in ry of the favori due pezzi di budello il circa eminente del margine In faccia a questa, dal punto piü basso una specie geva un irabuto rd rva the by soltanto fino ed ma coli' lembo a margine ondeggiato In mezzo della cavitä della testa sporapertura maggiore rivolta all' insu La testa non era assolutamente ad un piano il quäle si esrendeva dal lembo rovesciato fino dietro Dig itis Cava, di Ha in fuori testicoli Pensando esso una borsa genitale comuuicante sia sul significato fisiologico di quell' organo aderente (ed in tal andrei caso coi testicoli lo d' accordo dair apertura anteriore della testa eome la corolla d' che esso piuttosto relazione cogli orgaui genitali coli' dapprima senza ombra d' un errore ovidotto, il credetti che fosse opinione di 1' fiore fuori In fondo un Wedl); ma avendo imbuto sporge molto infuori all' organi che dai naturalisti vengono considerati per 1' imbuto che sopra descrissi crederei che esaminato gli Holostomum Lagena, ed osservato che in questi distinsi quegli apertura era rovesciato Un ive dell' dal ealice, mi persuasi escavazione della testa testicoli Nel corpo notai quäle, faceudo alcune ambagi immediatamente dietro la Prodromus faimae testa, procede lungo ovidotto, tubo semplice di 195 elic termiiia in quel tubulo estremitä oaudale lo potei esattamente distinguere le uova nell' dall' specialmente qiiali, le forma la faeoia ventrale in qualc sporge fuori il lielminthologlcae venetae avevano una forma pressoche erano molto bene sviluppate Esse ultima porzione noll" da un'apposita sferica, erano determinate tcca, ed il loro tiiorlo mediante una massa omogenea, amorfa, ntr um une delle le altre un canale limitato da pareti proprie, pereli^ ho potuto uova contenutevi Esso perö e molto facile a lacerarsi, w bio lo ww prepararne fuori una porzione colle e spargono nel corpo ry o si II resto da un organo simile ad ampio sacco strozzature del corpo era occupato ive rs ity l della cavitä uova le rg/ ; che sotto la piü leggiera pressione sortono ibr a modo gie scuro lo m' assicurai che T ovidotto e in colore di ze Esse erano separate at era un conglomerato di mimitissime cellule Erano queste uova fecondate e segmentate? organo digerente La estremita posteriore del corpo era scavata, e dal centro della cavita sporgeva fuori il tubo genitale femineo 1' dato immagine detagliata di queste particolai'itä ana- ry un' p:/ Ho htt Osservazione /w ww bi od irregolari, che ritengo per Testa a Bocc.T rsi ty eB Th fro ad Inibuto nlo Leml)0 rovesciato c — d' Limit! della cavitä della tosta bri dg e, e Testieoli (?) / uovi perlettamente amoi'fa l'Lino dall' altro mediante mp a Uovi che mediante compressione Co la si sparscro nel corpo of i scparati rat h Tubulo genitale feminile ^, svihippati gy Ovidotto una massa olo g Zo , (C am Porzione anteriore dell'ovidotto uovi non bene svihippati ive
- Xem thêm -

Xem thêm: Denkschriften der kaiser Akademie der Wissenschaften Vol 19-2-0189-0338, Denkschriften der kaiser Akademie der Wissenschaften Vol 19-2-0189-0338

Gợi ý tài liệu liên quan cho bạn

Nhận lời giải ngay chưa đến 10 phút Đăng bài tập ngay